Eventi Meteo Webcams
La cultura in Alto Adige
Merano tra passato e presente
La cultura in Alto Adige

La cultura in Alto Adige

Merano tra passato e presente

L’Alto Adige è profondamente legato alla propria cultura e alle proprie tradizioni. Il passato movimentato, sia lontano che recente, ha lasciato tracce ben visibili in questa terra di confine caratterizzata dall’incontro fra due culture e dal bilinguismo. A Merano e dintorni i numerosi castelli, le fortezze e le residenze nobiliari raccontano dell’importante ruolo che questo territorio ha rivestito nel passato. Tra questi è d'obbligo ricordare Castel Trauttmansdorff, scelto dalla regina Elisabetta d’Austria come residenza invernale, o Castel Juval oggi sede di uno dei sei musei della montagna Messner Mountain Museum dell’alpinista Reinhold Messner. Non lontano, si estende l’incontaminata Val Senales con il suo ghiacciaio che è stato luogo di ritrovamento della mummia di Ötzi, vissuto oltre cinquemila anni fa. Forte si esprime il contrasto tra passato e presente nell’ambito dell’architettura. Mentre i paesi e le valli si caratterizzano per le case rurali e gli antichi masi, Merano affascina con i suoi splendidi palazzi in stile Liberty e le terme, gioiello di design in vetro e legno in pieno centro cittadino. A Castel Tirolo, nei pressi di Merano, soggiornò anche il celebre poeta statunitense Ezra Pound.

Il legame con il passato si esprime anche in usi e costumi, ancora vivi e vissuti su tutto il territorio, come ad esempio la tradizionale transumanza delle pecore in Val Senales e la Festa dell’Uva a Merano. Le manifestazioni e gli eventi sono sempre accompagnati dalle musiche delle bande locali. Proprio la musica riveste un ruolo fondamentale nella proposta culturale di Merano e dintorni; a riguardo si ricordano le famose settimane musicali e numerose rassegne come Culturonda.

Scoprire l’Alto Adige significa conoscerne le bellezze naturali e il patrimonio culturale. Se il paesaggio è caratterizzato da una natura spesso incontaminata, l’intervento dell’uomo è spesso volto a sottolinearne il fascino. Un vero e proprio monumento naturale sono i larici secolari della Val d’Ultimo, le conifere più antiche di tutta Europa.

Merano e dintorni ospitano numerosi altri spettacoli naturali, come gole, cascate e vette maestose, oltre a diverse attrazioni “da record”. Gli splendidi Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano sono considerati tra i più belli del mondo. Nel 2013 hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento Giardino Internazionale dell’anno presso la Garden Tourism Conference di Toronto in Canada. La chiesa di S. Procolo a Naturno custodisce il ciclo di affreschi carolingio più antico di tutta l’area d’insediamento di lingua tedesca. Il paese di Senale ospita il Santuario della Madonna di Senales, il più antico del Tirolo. Affascinano inoltre le innumerevoli chiesette di montagna che punteggiano i pianori attorno a Merano, come ad esempio le chiese di S. Ippolito e S. Giacomo a Tesimo - Prissiano.
Il nostro consiglio
Castel Juval
Castel Juval
Nell'ex rovina, oggi ritornato castello, Reinhold Messner custodisce la sua collezione dedicata al mito della montagna. Soltanto il castello, arroccato come un ...
leggi di più
Punto di ritrovamento di Ötzi
Punto di ritrovamento di Ötzi
Il 19 settembre 1991 la coppia tedesca Erika e Helmut Simon trovarono Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio, in un’altitudine di 3.210m sul Gogio di Tisa. Oggi al ...
leggi di più
Strada panoramica
Strada panoramica "Le emozioni di Passo del Rombo"
In vari punti di sosta sculture architettoniche presentano al turista informazioni sull'ambiente naturale, sulla storia, sulla cultura, sugli aspetti sociali ...
leggi di più
Palais Mamming Museum
Palais Mamming Museum
Piazza Duomo, tel. 0473 270038, www.palaismamming.it Ospitato nella nuova sede di piazza Duomo, in un palazzo barocco ristrutturato recentemente, presenta le ...
leggi di più
Lapide sepolcrale Romana - Via Claudia Augusta
Lapide sepolcrale Romana - Via Claudia Augusta
Il Hochhuebenhof a Parcines è stato un feudo dei vescovi di Salisburgo del 14°sec. Vicino alla porta d’ingresso, nella parete esterna del muro di cinta, è ...
leggi di più
Larici millenari
Larici millenari
Ci sono tre larici a S. Geltrude in Val d’Ultimo, considerati le aghifoglie più antiche d’Europa. La leggenda narra che i tre larici abbiano addirittura 2000 ...
leggi di più
Chiesa di Santa Caterina
Chiesa di Santa Caterina
Chiesetta di Santa Caterina del XIII secolo (ammirabile solo attraverso un foro praticato nel portone d’ingresso). La piccola chiesetta romanica è dotata di ...
leggi di più
Chiesetta San Vigilio
Chiesetta San Vigilio
La Chiesetta San Vigilio viene ufficialmente ricordata in un documento storico del XII secolo, ed è da sempre soprannominata "la chiesetta del beltempo" dagli ...
leggi di più