Nel 1977, duranti i lavori di dissodamento del terreno nei pressi della tenuta Baron Widmann nel 1977, furono scoperte parti di una vite di epoca romana risalenti al 300 d.C. Non c'è da stupirsi, dato che le diverse condizioni del suolo, le altitudini e gli orientamenti rendono i terreni intorno alla tenuta vocati ad una viticoltura di qualità. Questa diversità si riflette anche nella gamma dei vini prodotti, che comprende bianchi come Sauvignon, Moscato Giallo o Cuvée Bianco, nonché i rossi Schiava e Cuvée Rosso.