Cosa significa camminare?
Camminare significa procedere a piedi ad un'andatura calcolata intorno ai 6 km orari, corrispondenti dunque a un numero di passi compreso tra i 7.500 e gli 8.000 con una falcata media di 70-75 cm.

Muoversi a piedi all'andatura di 6 km orari, aiuta a prevenire in modo più efficace le malattie cardiovascolari. Stando infatti ad un'indagine dell'Università Pierre e Marie Curie di Parigi, condotta tra uomini e donne di età compresa tra i 65 e gli 85 anni, risulta che il rischio cardiovascolare letale è tre volte superiore per coloro che si muovono lentamente (ovvero sotto i 6 km orari). Se dunque per dimagrire va bene l'andatura del passeggio, per la prevenzione è opportuno procedere più velocemente.

È ovvio a questo punto che ogni persona si prefigga di raggiungere il suo obiettivo di salute, alternando le giornate o i momenti con l'andatura prescelta.


Quanto dobbiamo camminare al giorno per stare bene?


Stando all'esito di uno studio internazionale pubblicato sul Journal of Physical Activity & Health ed effettuato da ricercatori di Stati Uniti, Canada, Australia, Francia e Svezia, il numero di passi da effettuare al giorno a seconda delle età e del sesso dovrebbe essere il seguente:

Donne
 Anni Passi al giorno
 18-40 12.000
 40-50 11.000
 50-60 10.000

 60+

 8.000


Uomini
 Anni Passi al giorno
 18-50 12.000
 50+ 11.000

I ricercatori comunque hanno evidenziato che in ogni caso per le donne fino ai 50 anni e per gli uomini in generale, non sono sufficienti 10.000 passi al giorno per riuscire a bruciare le calorie in eccesso.