La Giardineria comunale
La Giardineria comunale è un vanto della città. Le sue principali competenze riguardano la progettazione e la manutenzione del verde pubblico e del ragguardevole patrimonio arboreo di Merano (quasi 8.000 alberi ad alto fusto), completamente catalogato in un catasto digitale. Si tratta di una delle poche Giardinerie municipali in Italia che possono contare su un proprio impianto per la coltivazione delle piante.

Merano è celebre per le sue aiuole colorate e curate nel dettaglio che decorano, in particolare, le passeggiate del centro.

Nelle serre della frazione di Quarazze ogni anno vengono prodotti circa 250.000 fiori delle specie e varietà più diverse per l’abbellimento della città in primavera, estate e autunno. Nello stesso sito è in funzione un impianto che converte i residui verdi in prezioso compost. Inoltre la Giardineria comunale riutilizza il legno di scarto, derivante dalla potatura e all’abbattimento degli alberi, per fornire il calore necessario alle serre.
All'insegna della biodiversità e della sostenibilità

Cosa si intende per biodiversità in un contesto urbano?


Ogni città è una struttura complessa. Racchiude molti elementi e materiali diversi, e questa complessità fa sì che, forse senza volerlo, possa emergere una grande varietà di habitat. Inoltre, nel caso specifico di Merano, gli immediati dintorni della città presentano in parte frutteti coltivati intensivamente, caratterizzati da scarsità di habitat diversi per la loro “monotonia”.

Merano e la sua amministrazione pongono estrema sensibilità e attenzione ai diversi risvolti in tema di sostenibilità.


Che ruolo hanno i parchi pubblici e i sentieri nella creazione di habitat in città?

Parchi e sentieri appena fuori dalla porta elevano la qualità della vita: lo abbiamo capito bene durante l’ultimo anno, segnato dalle restrizioni per contenere il Covid-19. A Merano possiamo contare sull’eredità di una lungimirante pianificazione urbanistica e del verde alla fine del XVIII secolo.

Ogni parco, ogni passeggiata offre una grande varietà di habitat. Basta pensare all’imponente popolazione di alberi. Attraverso l’adozione di misure specifiche, come la piantumazione di aiuole di erbe selvatiche, paesaggi di siepi autoctone, ma anche la selezione degli alberi da piantare e naturalmente la rinuncia totale ai pesticidi chimici, stiamo cercando di portare più ecologia nel verde.


Dr. Anni Schwarz | Giardineria comunale

Le “figure floreali”
Le “figure floreali”
Realizzate con grande cura del dettaglio, le “figure floreali” realizzate per la Primavera a Merano sono testimonianza della creatività e ...