Cerca & prenota

Il grande corteo

Il grande corteo domenicale è l’indiscusso momento culminante della Festa dell’Uva.

I partecipanti alla sfilata, istituzioni e associazioni, cominciano diversi giorni prima a prepararsi con profondo impegno, passione e amore per ogni dettaglio. La maggior parte dei carri rappresenta tradizioni e usanze che alla Festa dell’Uva vengono celebrate con particolare orgoglio, ma ad essi di anno in anno si aggiungono nuovi affascinanti “compagni”.

La notorietà di alcuni carri allegorici ha da tempo valicato i confini dell’Alto Adige: per esempio il cosiddetto “Kundschafter” dei giovani agricoltori di Lagundo con i suoi 300 chilogrammi di grappoli (nella foto) o la “Corona di mele” di Marlengo, che prese parte alla manifestazione per la prima volta nel 1949.

Durata del corteo: ca. 1 ora
Percorso: Porta Venosta, via delle Corse, corso Libertà, Passeggiata Lungo Passirio, ponte Teatro,  viale delle Terme, via Garibaldi (scioglimento)

 
 

Il carro allegorico della corona di mele risulta essere il più antico: ha celebrato sessant’anni nel 2009, infatti fu realizzato nel 1949.

 
 

Il carro dell’ “uva gigante” (Kundschafter) è tra i più vistosi del corteo, e per il suo significato viene fatto sfilare in coda allo stesso.