Serate a Castel Tirolo
Una cavalcata nel tempo
Serate a Castel Tirolo
Le mura e la patina storica di un castello medievale tornano a ospitare una rassegna in cui stili e tradizioni musicali di vari continenti si accalcano come in un incrocio trafficato, facendo riemergere epoche passate, ma anche suoni e timbri innovativi.

Il 1° di luglio, la serata inaugurale di questa 31a edizione delle Soirée di Castel Tirolo vede protagonista il quartetto „Uwaga”, che destruttura alcune suite classiche per balletto, rispolvera successi di musica da discoteca in versioni acustiche e computerizzate, e integra il tutto con composizioni proprie spaziando tra la musica da ballo, il tango nuevo e il beat balcanico.
Quale genere musicale si presta meglio ad essere eseguito in un maniero del Duecento?

Nel 1990 – quando furono organizzate per la prima volta le Serate a Castel Tirolo per celebrare gli 850 anni dalla costruzione del Castello – la risposta fu chiara: doveva essere musica “antica”, e infatti nelle prime 25 edizioni su quel palcoscenico si esibirono formazioni specializzate in musica medievale, rinascimentale e barocca.

Ma nel 2014 fecero capolino la musica folk irlandese, la world music, il jazz alpino, il tango e le melodie folcloristiche balcaniche. Da allora, il salone dei cavalieri – dove gli affreschi delle finestre evocano una sorta di mare magnum in cui abbondano figure ibride, immaginifiche quanto inquietanti – è diventato lo spazio di risonanza dei generi musicali più svariati e dalle provenienze più variegate. 

L’8 luglio è la volta del duo Georg Gratzer e Klemens Bittmann, che oltre a eseguire brani di tango di Astor Piazzolla, jazz fusion di John McLaughlin e colonne sonore di successo, insaporisce alcuni brani barocchi di Georg Friedrich Telemann con un tocco di jazz contemporaneo.

Il 15 luglio, invece, il trio Wieder, Gansch & Paul propone jazz e blues viennese, da Schubert a Udo Jürgens.

Chiude la rassegna, il 22 luglio, l’ensemble “Passo Avanti”, con brani di “antichi maestri” come Brahms, Bach o Verdi, interpretati con un linguaggio esecutivo e timbrico assai particolare, moderno e trasversale.

La scenografia è unica e inconfondibile, anche perché Castel Tirolo non è “solo” una sede sontuosa per concerti musicali d’eccezione, ma offre al pubblico molti altri vantaggi, come l’arrivo al Castello con un’amabile passeggiata a mezza costa, il panorama mozzafiato sulla conca di Merano e non ultime le fiaccole che illuminano il percorso di ritorno dal Castello al villaggio di Tirolo.

Una cornice suggestiva per manifestazioni ed eventi speciali
Musica senza frontiere: il programma

GIO, 01.07.2021 - ore 21.00
UWAGA
Düsseldorf
Dance: acoustic crossover dal balletto al disco
 
GIO, 08.07.2021 - ore 21.00

Georg Gratzer und Klemens Bittmann
Austria
Folk-Jazz by Telemann, John McLaughlin, Morricone, Piazzolla

GIO, 15.07.2021 - ore 21.00
WIEDER, GANSCH & PAUL
Vienna
Ménage À Trois: Jazz e blues viennese da Schubert a Udo Jürgens

GIO, 22.07.2021 - ore 21.00
PASSO AVANTI
Monaco di Baviera
Finest blend: Musica classica e jazz in una simbiosi stravagante
Prenota la tua vacanza
Pianifica ora la tua vacanza da sogno a Tirolo