Eventi Meteo Webcams
Termoterapia: salute e bellezza
Indietro

Termoterapia: salute e bellezza

I finlandesi li conoscono da sempre e in Alto Adige stanno prendendo sempre più piede: i benefici della sauna. Breve guida alla scelta della sauna e al perché è meglio rinunciare all’aglio prima di andare in sauna.

Sudare per essere più belli! Oltre a fare bene, la termoterapia sostiene la vostra bellezza.

Frequentare regolarmente la sauna rinforza le difese immunitarie e rinvigorisce il cuore e il sistema cardiocircolatorio. Sudare però stimola anche l’irrorazione sanguigna e l’apporto di ossigeno e nutrienti nella pelle. Il risultato: la pelle del corpo si fa più rosea e compatta. Ma per sfruttare appieno i benefici di questa pratica, non basta entrare in una sauna a caso. Prima è necessario informarsi bene a riguardo e chiarire determinati punti. Anzitutto qual è la sauna più adatta.

Le terme di Merano offrono diversi tipi di sauna: tre bagni di vapore (uno dei quali situato nel parco delle terme), la sauna al fieno bio, il caldarium per le inalazioni con acqua salina e la sauna finlandese situata in una casetta all’aperto. Con temperature che variano da 40 a 100 gradi il benessere - e la bellezza - sono assicurati.

Sauna finlandese: il rituale classico
Una delle due saune finlandesi delle terme di Merano si trova all’interno. L’altra è allestita in una casetta all’esterno ed è una delle più grandi dell’Alto Adige in quanto può accogliere fino a 100 persone. La sauna finlandese si caratterizza per un’aria secca e molto calda (dieci percento di umidità nell’aria) con temperature tra 90 e 100 gradi. Questo tipo di sauna purifica il corpo dalle tossine, rafforza le difese immunitarie e rinvigorisce il cuore e l’apparato circolatorio. Una particolarità: dopo una seduta nella casetta ci si può rinfrescare all’aria aperta in un’area nudisti separata.
1-13-finnische-aussensauna-by-luca-meneghel
2-therme-meran-marion-lafogler-12
Sauna al fieno bio: l’alternativa soft alla sauna finlandese
L’aria calda e umida e le temperature basse sprigionano l’essenza del fieno che viene assimilata dal corpo attraverso le vie respiratorie e la pelle. L’essenza del fieno ha un effetto calmante, rilassante e antinfiammatorio.

Bagno di vapore Trauttmansdorff: armonia in arancione
Il colore del bagno di vapore “Trauttmansdorff” è l’arancione. Tutte le gettate sono a base di erbe biologiche locali provenienti dai giardini botanici di Castel Trauttmansdorff. Il bagno di vapore ha una temperatura di 42 - 45 gradi e un’umidità dell’aria del 100 percento. È ideale per alleviare reumatismi cronici e problemi circolatori lievi. Inoltre è indicato in caso di tosse o raffreddore leggeri.

Bagno di vapore “Passerstein”: una sauna in perfetto stile Roma antica
Il bagno di vapore Passerstein è la novità del 2018. Questo bagno prevede un’umidità dell’aria tra il 95 e il 100 percento e una temperatura da 42 a 48 gradi. La forte umidità e il calore costante stimolano l’apertura dei pori della pelle, favoriscono il processo di guarigione in caso di tosse e raffreddore, rilassano il tessuto muscolare e rinforzano il sistema cardiocircolatorio. Inoltre il bagno di vapore è ideale per prepararsi alla sauna che prevede temperature più alte e un calore più secco. Il bagno “Passerstein” può accogliere fino a 20 persone.
3-therme-meran-christian-gufler-8
5-42-private-spa-suite-by-manuela-prossliner
Oltre all’ambiente saunistico le terme di Merano offrono 25 piscine distribuite all’interno e all’esterno, un centro fitness e un parco di cinque ettari accessibile dal 15 maggio. L’acqua termale proviene dal Monte San Vigilio presso Lana e viene raccolta attraverso una galleria di 1.200 metri.

Il nostro consiglio per l’estate: scegliendo un posto in fondo al parco starete più tranquilli in quanto è meno frequentata. E per trascorrere un po’ di tempo con il partner c’è lo spazio bimbi.

L’assoluta particolarità delle terme di Merano è che sorgono in pieno centro città. Chi è in visita nella città sul Passirio, dopo lo shopping può dunque anche trascorrere qualche ora nell’elegante e avveniristica struttura termale. In inverno il calore della sauna e l’atmosfera accogliente sono un piacevole modo di concludere una passeggiata ai famosi mercatini di Natale di Merano.

Da provare: visitate le terme in inverno quando è buio. Con il biglietto di tre ore avrete tutto il tempo per godervi la sauna e le piscine sotto il cielo stellato.

E se decidete all’ultimo momento di andare in sauna nessun problema, allo shop trovate tutto (ma proprio tutto) ciò che serve: teli o accappatoi, sapone o doccia schiuma e naturalmente le ciabatte.
4-therme-meran-christian-gufler-16

Ora che siete perfettamente attrezzati è il momento dei nostri 7 consigli per godervi appieno i benefici della sauna.

  1. La cosa più importante è prendersi del tempo. Per andare in sauna bisogna avere a disposizione almeno due o tre ore. Se state andando in sauna per la prima volta e non siete abituati al calore, andateci di mattina e sedetevi nelle panchine più basse. Più si sale, più il calore aumenta.

  2. Di norma dopo mangiato è bene attendere due ore prima di andare in sauna in modo da non sollecitare troppo il sistema circolatorio. Meglio evitare aglio e cipolla in quanto rendono maleodorante il sudore, una situazione sgradevole per sé e per gli altri ospiti della sauna.

  3. Per motivi igienici è necessario fare una doccia prima di entrare in sauna. In questo modo eliminerete anche lo strato oleoso dalla cute favorendo la traspirazione. Evitate di indossare gioielli e soprattutto orologi in quanto con il forte calore della sauna il metallo si scalda notevolmente.

  4. Per sdraiarvi o sedervi distendete un ampio telo sulle panchine della sauna e scegliete la posizione che più vi aggrada. La permanenza in una sauna non dovrebbe mai superare i 15 minuti. Evitate di entrare o uscire dalla sauna durante la gettata.

  5. Altra cosa da evitare: l’alcool. Dopo la sauna è invece consigliabile bere un litro d’acqua minerale o succhi di frutta diluiti con acqua.

  6. Dopo una seduta in sauna c’è la fase di raffreddamento. Meglio evitare di saltare in una vasca di acqua ghiacciata in quanto lo shock termico non è adatto ad ogni tipo di circolazione. Alle terme di Merano si può entrare nella sala della neve. Con una temperatura di dieci gradi sotto zero potete frizionare la pelle con la neve. Così viene a mancare lo shock termico menzionato pocanzi adatto soltanto alle persone con un sistema cardiocircolatorio forte e in perfetta salute. Dal soffitto cadono fiocchi leggeri e la sensazione è quella di trovarsi tra i ghiacciai dell’Alto Adige.

  7. Dopo la sauna è consigliabile un peeling in quanto con il calore e il vapore la pelle è perfettamente preparata a questo tipo di trattamento. Poi è il momento del riposo. Dal 2018 le terme di Merano offrono una nuova zona relax in un edificio di due piani direttamente accessibile tramite una scala dall’area sauna. Le aree di silenzio e di relax saranno corredate da 190 lettini. La lounge attualmente situata al centro dell’ambiente saunistico sarà spostata in questo nuovo edificio e ampliata con una lounge dotata di fuoco aperto. Così l’atmosfera della nuova area relax sarà ancora più intima e accogliente.

News: quattro suite private che fluttuano sopra le piscine
Le suite sono perfette per le coppie o per un momento tra amiche fidate. Il pernottamento può essere combinato con esclusivi pacchetti Spa. La vista dall’alto è spettacolare mentre la posizione delle suite garantisce il massimo della privacy agli occhi degli ospiti della struttura.

Fai partecipare i tuoi amici ...
Condividi le storie sul tuo profilo e fai sapere ai tuoi amici quello che ti ha entusiasmato!
7 cose da non mancare ai Giardini di Castel Trauttmansdorff
Chi l’avrebbe mai detto che una rosa potesse avere il profumo di lillà, mela, lampone e persino di mirra e garofano?
...
7 cose da non mancare ai Giardini di Castel Trauttmansdorff