Cerca & prenota

Usi e costumi in Alto Adige

Il legame con le proprie origini a Merano e dintorni

L'insieme delle tradizioni in Alto Adige è strettamente legato al territorio, al paesaggio e alla sua storia.

L'insieme delle tradizioni in Alto Adige è strettamente legato al territorio, al paesaggio e alla sua storia. Si rifà all’epoca dell’occupazione francese la tradizione dei Fuochi del Sacro Cuore, che prevedono l'accensione di grandi falò sui pianori montani. Molti sono gli usi legati alle festività religiose come ad esempio la benedizione della casa il sei gennaio. 

Anche l’agricoltura riveste un ruolo fondamentale, sia per l’economia che per le usanze locali. La festa popolare più grande dell’Alto Adige è la Festa dell’Uva di Merano, celebrata per tradizione al termine del raccolto e della vendemmia. Altro appuntamento folcloristico è la tradizionale corsa al galoppo dei cavalli Avelignesi, che si svolge il lunedì di Pasqua a Merano. Appuntamento per i più piccoli, ma senza dubbio affascinante per tutti, sono le sfilate di S. Nicolò e dei suoi servitori, paurosi diavoli chiamati Krampus.

Anche l’abbigliamento rispecchia l’attaccamento alla tradizione. Accanto agli abiti tipici indossati nelle sfilate, il Loden e il Dirndl sono senza dubbio tra i capi di abbigliamento che più rappresentano la moda altoatesina.

L’usanza di maggior fascino e attrattiva sono i tradizionali mercatini di Natale dell’Alto Adige. Bancarelle addobbate, sonorità natalizie, sapori e profumi di vin brulè e zelten caratterizzano i piccoli borghi e i centri urbani. In Alto Adige la magia della festa più bella avvolge sia la città che la montagna.

 
 

Vinzenz Dirler e suo figlio Stefan lavorano con il fuoco, l’acqua, l’aria e la terra. A Marlengo gestiscono l’unica fonderia artistica dell’Alto Adige.

 
 

Gli abiti tradizionali non sono più, ormai, un’usanza d’altri tempi, ma stanno tornando a essere sempre più popolari. Ma che cosa si intende per abito...

Pagina 1 di 7
Pagina 1 di 7