Eventi Meteo Webcams
L’Alta Via di Merano in Alto Adige/Südtirol
Di rifugio in rifugio nel Parco Naturale Gruppo di Tessa
L’Alta Via di Merano in Alto Adige/Südtirol

L’Alta Via di Merano in Alto Adige/Südtirol

Di rifugio in rifugio nel Parco Naturale Gruppo di Tessa

L’Alta Via di Merano è uno dei sentieri escursionistici circolari più incantevoli dell’arco alpino. L’itinerario marcato con il nº 24, creato da Robert Schönweger ed Helmuth Ellmenreich, guide alpine dell’AVS (associazione alpina altoatesina), venne inaugurato nel 1985. Gli alpinisti allenati e dal passo sicuro percorrono i circa 100 km all’interno del Parco Naturale Gruppo di Tessa in cinque/otto tappe giornaliere, accompagnati da incantevoli viste sulle cime di Merano e dintorni, sulla Val Venosta e, nelle giornate limpide, anche sulle Dolomiti e sul Massiccio dell’Ortles. Mentre la parte meridionale è caratterizzata da una vegetazione mediterranea, i tracciati settentrionali consentono un’immersione in un paesaggio alpino d’alta quota. Lungo il sentiero gli escursionisti possono conoscere da vicino il mondo degli agricoltori di montagna altoatesini, che con il loro secolare impegno hanno plasmato e conservato questo habitat antropizzato.

Le numerose possibilità di ascensione e discesa dell’Alta Via di Merano consentono di cominciare l’escursione o fare ritorno a valle in diverse località; i punti d’accesso sono facilmente raggiungibili con funivie, mezzi pubblici, auto o taxi. Alcune aree lungo il sentiero richiedono passo sicuro, assenza di vertigini e particolare attenzione. Nei punti esposti sono presenti catene, funi o parapetti per la sicurezza. Possibilità d’intraprendere l’escursione con una guida. L’Alta Via di Merano è un percorso escursionistico immerso nella natura e si trova all’interno di un’area naturale protetta. Per questo motivo è di fondamentale importanza per la fauna e la flora che gli escursionisti non lascino dei rifiuti lungo il tragitto (nemmeno rifiuti biologici come per esempio bucce di banane,) ma che questi vengano portati fino ai vari rifugi oppure a valle per poi gettarli. É assolutamente vietato campeggiare all’interno dell’area naturale protetta.

Possibili punti di partenza: Monte S. Caterina, Unterstell, Alta Muta, Ulfas, Velloi, Giggelberg, Val di Fosse,, Cresta, Matatz
Tempo impiegato: 5 - 8 giorni
Lunghezza: ca. 100 km
Dislivello: 5.100 m
Difficoltà: per escursionisti allenati
Periodo consigliato: dal 1° luglio alla fine settembre

Nel 2013/2014, il Rifugio Francesco Petrarca è stato travolto da una valanga; ora, qui viene gestita una struttura provvisoria (ca. 50 posti letto). La ricostruzione è prevista fra poco.

Periodo migliore:
Alta Via di Merano Sud, da maggio a ottobre (anche più a lungo, a seconda dell’innevamento)
Alta Via di Merano Nord, da fine giugno a settembre (a seconda dell’innevamento)
Percorso intero: da luglio a fine di settembre

Proposte tappe:
Le tappe indicate possono essere combinate a piacere, così come essere percorse
in direzione contraria. Ogni singolo itinerario è anche un’escursione giornaliera
indipendente.
L’Alta Via di Merano
Alta Via di Merano
Escursioni alpestre
Alta Via di Merano
L´Alta Via di Merano è uno dei sentieri escursionistici più suggestivi dell´intero arco alpino. Il suo tracciato, sviluppato in quota pressoché ...
leggi di più
Prenota la Sua vacanza a Scena
Pianifica ora la tua vacanza da sogno