Vuseum - Museo della Val Venosta

La Val Venosta è una delle zone più aride della regione alpina. “Sunnaseit” e “Nörderseit” hanno sempre plasmato la valle, la gente, la cultura.

Scopri nel Vuseum - 's Vintschger Museum la versatilità di questa valle unica con la sua lunga storia, e poi fai un'escursione nell'insediamento preistorico di Ganglegg o lungo i vecchi corsi d'acqua Leitenwaal e Berkwaal.

 

Vivere la Val Venosta …

Le varie presentazioni di film e la passeggiata lungo i canali d’acqua fino al sito preistorico   "Ganglegg" - ben segnalate - rendono la visita ricca di eventi. In aggiunta, si alternano le mostre nel museo. 

… Capire la Val Venosta

Le mostre fanno capire ai visitatori perché la Val Venosta è così com'è oggi e come gli abitanti, i “Vinschger” hanno imparato ad affrontare le dure condizioni locali nel corso dei millenni.

La Val Venosta arcaica

La collina di Ganglegg, sopra Sluderno, è forse il sito preistorico d’altura più studiato di tutto l’arco alpino. Si tratta di un insediamento fortificato dell’età del bronzo, del ferro e di epoca romana. Gli abitanti, i reti, del Ganglegg occupavano una posizione di preminenza sociale in epoca preistorica, come dimostrano i numerosi gioielli e reperti di armi provenienti da gran parte dell'Europa. La loro stessa scrittura, il luogo delle offerte bruciate come centro di eventi di culto in Val Venosta resero i reti un popolo potente e ampiamente temuto.

I Bambini di Svevia

La Val Venosta era una valle amaramente povera anche a causa del clima. La gente doveva morire di fame e lottare per la sopravvivenza ogni giorno. A partire dal Seicento la povertà ha spinto molti genitori a mandare i loro bambini a fare una camminata molto faticosa fino all’Alta Svevia per trovarvi alloggio e lavoro. La mostra indaga la questione del perché si possa arrivare a questo punto e descrive la dura vita quotidiana di questi "Bambini di Svevia".

I Girovaghi – I Korrnr

Non è stato il desiderio di libertà a spingerli a prendere il carro, è stata la povertà che li ha costretti a farlo. Tirando il carro, molti abitanti della Val Venosta si mossero attraverso i campi. Compravano e vendevano, si offrivano come lavoratori durante il raccolto o provavano a chiedere l'elemosina. Molte famiglie hanno vissuto in strada per anni.

Acqua per irrigareLa Val Venosta è una delle valli più aride in Europa. Per rendere possibile l'agricoltura, gli abitanti della Val Venosta hanno sviluppato secoli fa un ingegnoso sistema di irrigazione: i canali di irrigazione artificiali, i “Waale”. La mostra WasserWosser racconta vividamente tutti gli aspetti dell'irrigazione tradizionale della Val Venosta, raccontando il carattere peculiare della Val Venosta e della sua gente.

Visite guidate
Le visite guidate si svolgono ogni mercoledì.
Visita guidata in tedesco - ore 16:00
Visita guidata in italiano - 17:00
Descrizione d'arrivo

Il museo si trova  nel centro di Sluderno, Via Merano 1, a circa 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria/fermata dell'autobus di Sluderno.  Il nostro museo è il punto di partenza e d’incrocio di numerosi sentieri escursionistici  all'entrata della Val di Mazia e lungo il „Vintschger Sonnenberg“. Potete raggiungerci facilmente in macchina, in autobus o treno e anche in bicicletta.

Dove parcheggiare

Gli automobilisti avranno la possibilità di parcheggiare alla stazione ferroviaria di Sluderno o al parcheggio Konfall (circa 100 metri dietro il museo). 

Mezzi pubblici

Gli utenti del trasporto pubblico troveranno qui informazioni su tutti i collegamenti con autobus e treni da e per Sluderno.

I ciclisti possono raggiungerci attraverso la pista ciclabile della Val Venosta, bivio per Sluderno.

Descrizione breve
Capire la Val Venosta, vivere la Val Venosta ... ... dalla paratia (Wasserblech) al carro dei „Korrner“.
Il contenuto vi è stato utile?
Grazie mille per il vostro commento!
Grazie!