Sentiero "Terrainkur" n° 1 - Sentiero circolare Rio Lagundo – Monte San Vigilio – Rio Lagundo

Descrizione generale

La cosiddetta "Terrainkur" è una particolare forma di climatoterapia basata su camminate dosate individualmente. Poggia sull'allenamento della resistenza, l'esercizio all'aria aperta, l'immersione nel paesaggio ed una sollecitazione fisica adeguata alla prestazione.

L'escursionismo orientato alla "Terrainkur" migliora la resistenza e la mobilità, aumenta la velocità e la flessibilità, rinvigorisce il sistema cardiovascolare, stimola l'attività respiratoria e rafforza i muscoli, i legamenti e le articolazioni. Ha effetti benefici sul metabolismo, attiva l'apparato digerente e accresce sensibilmente il consumo calorico.
La "Terrainkur" è una terapia consigliata soprattutto a chi è affetto da malattie funzionali dell'apparato cardiocircolatorio, patologie metaboliche oppure affezioni delle vie respiratorie. Più in generale, tuttavia, è una misura estremamente efficace di prevenzione primaria e di promozione della salute nel suo complesso.
I sentieri "Terrainkur" di Parcines sono certificati dell'università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera.

Descrizione cammino
  • Lunghezza totale: 6,6 km
  • Lunghezza dei tratti in salita: 2,4 km
  • Tempo di percorrenza: 2 h 15 min a una velocità di 3 km/h
  • Altitudine: 1.350-1.800 m s.l.m.
  • Grado di difficoltà a livello fisiologico-prestazionale: molto alto (7 su 7)
  • Grado di difficoltà a livello termico: basso
  • Metabolismo energetico in salita: 8,1 kcal/min a una velocità di 3 km/h
  • Potenza (in watt) in salita: 125 W a una velocità di 3 km/h

 
Percorso: Si prende la funivia a Rablà e si raggiunge Rio Lagundo. Da qui, si segue il segnavia n° 28 e si avanza in salita fin sul Monte San Vigilio. Quindi, ci si dirige verso nord sul sentiero n° 9 fino al ristorante Seespitz. Infine, seguendo i segnavia n° 9 e n° 27, si torna al punto di partenza a Rio Lagundo.


Paesaggio e requisiti: L'itinerario si sviluppa prevalentemente all'ombra degli alberi (zone boschive: 60%), al riparo dall'inquinamento da polvere e rumore. È adatto alla pratica della "Terrainkur" tutto l'anno, anche in caso di maltempo. Dati i numerosi tratti in salita, richiede ottime capacità fisiche.

Dove parcheggiare

Via Saring, Rablà (parcheggio n° 1, vicino alla stazione ferroviaria)
consentito per tutto il giorno negli spazi segnati
Via Cutraun, Rablà (parcheggio n° 2, vicino alla stazione ferroviara)
consentito per tutto il giorno negli spazi segnati

Mezzi pubblici

Da Merano: collegamento treno n° 250 per Rablà
Dalla Val Venosta: collegamento treno n° 250 per Rablà

Il contenuto vi è stato utile?
Grazie mille per il vostro commento!
Grazie!