Cucina delle stelle
Cucina delle stelle
In un paio di decenni, Merano e i suoi dintorni si sono imposti all’attenzione dei gourmet. Più ristoranti hanno scalato le graduatorie e collezionato riconoscimenti. Materie prime di primissima scelta, sguardo al territorio e creatività sono tratti comuni dei migliori chef della zona. Proponiamo qui coloro che hanno guadagnato, grazie a passione e professionalità, la stella Michelin (due nel caso del Castel
finedining).

Alle spalle del Castello Principesco e dei Portici, il ristorante Sissi è da anni un punto di riferimento della ristorazione di alta qualità a Merano. Lo chef Andrea Fenoglio propone una cucina viva, con spunti ludici, senza mai dimenticare i piatti legati alla tradizione e reinterpretati in chiave moderna. Estrema attenzione è riposta nella scelta dei prodotti. Cinquecento le etichette presenti nella carta dei vini di cui una ventina proposti al bicchiere.

Il Relais & Châteaux Castel Fragsburg offre un’atmosfera storica e suggestiva con panorami idilliaci sulla città. Con dedizione appassionata ed elegante raffinatezza, lo chef Egon Heiss offre momenti di felicità dedicati a veri intenditori che sanno assaporare le proposte con tutti i sensi e con il cuore, in un luogo dove la genuinità dei prodotti si conferma l’indiscussa protagonista di piatti sani, alpini e mediterranei.
Quella di Gerhard Wieser, chef del ristorante Castel finedining, è una cucina naturale e dai tratti alpino-mediterranei, capace di esaltare il gusto dei prodotti. Vengono utilizzate solo le materie prime migliori, sia per quanto riguarda la qualità e la freschezza sia per altri aspetti quali la sostenibilità e l'etica. Laddove appropriato, vengono sempre usati prodotti biologici e regionali. In sintesi, una cucina del territorio che vive di prodotti locali. Nei suoi piatti, il gusto chiaro e inconfondibile viene prima della presentazione.

La locanda “Zum Löwen” viene menzionata già nel 1405 e oggi è uno dei ristoranti più apprezzati del territorio. Cuoca appassionata, Anna Matscher ha trasformato il suo hobby in una professione. Ha convinto suo marito Alois, banchiere di formazione, a passare alla gastronomia: è lui il sommelier di casa. Anna presta grande attenzione ai prodotti locali e si impegna a fornire una lettura moderna e
leggera ai classici altoatesini.

Il Ristorante Kuppelrain, un’équipe familiare in Val Venosta, alla seconda generazione. Il padre Jörg Trafoier appoggia il figlio Kevin, cuoco talentuoso che raffina i piatti tipici della sua valle con un tocco che guarda al mondo. La figlia Nathalie è un entusiasta pasticcera: dalle sue mani nascono cioccolatini e dessert superbi. Giulya, la più giovane di casa, è di supporto a tutti. Nell'anno 2022, mamma Sonya è stata nominata miglior sommelier d’Italia dalla Guida Michelin.