Eventi Meteo Webcams
Nel segno delle stagioni
Ogni stagione ha le proprie specialità tradizionali
Nel segno delle stagioni
Nel segno delle stagioni

Nel segno delle stagioni

Ogni stagione ha le proprie specialità tradizionali

La cucina altoatesina segue il tempo, ma anche le stagioni.
In primavera, a Lana e dintorni prevale la cucina verde. La scena è dominata da piatti quali i canederli all'ortica, i ravioli all'aglio orsino o l'insalata di dente di leone. Durante questo periodo a Lana e dintorni ci sono la Festa della fioritura, le Giornate delle erbe selvatiche e le Settimane del dente di leone nella vicina Val di Non. Sui menù compaiono poi le specialità locali, come gli asparagi appena raccolti e la delicata carne fresca.

In estate, oltre alla pasta, ci sono insalate fresche, antipasti e leggeri dessert sulle soleggiate terrazze dei masi. Invece il colorato e caldo autunno altoatesino non è solo il tempo della raccolta, ma anche il periodo delle grandi feste culinarie. Un'antica consuetudine è il "Törggelen", durante la quale, in omaggio alla tradizione culinaria, si gustano tutti assieme Schlutzkrapfen (ravioli tirolesi), crauti e canederli, accompagnati da vino novello e castagne arrostite.

Essendo abitanti delle Alpi, anche gli Altoatesini hanno ben appreso a prepararsi per il freddo periodo invernale e a fare provviste per questa stagione. Così, in inverno, oltre ai piatti innovativi, come i canederli ri rapa rossa, ancora oggi si preparano le specialità tradizionali, come il piatto di carne e insaccati con crauti.

Consiglio
Dopo una lunga escursione, entrate in un'osteria o in una trattoria e gustate la tipica cucina tirolese. La maggior parte delle osterie offre anche viste spettacolari sui monti o sulla valle.
Prenota la tua vacanza a Lana e dintorni
Pianifica ora la tua vacanza da sogno